Valeria / #studioeformazione

Cacciatori di sogni

Scritto e pubblicato da Valeria
Valeria - Studio e Formazione

Io voglio: un tetto per ogni famiglia, del pane per ogni bocca, educazione per ogni cuore, luce per ogni intelligenza.

Bartolomeo Vanzetti, anarchico.

Mi chiamo Valeria, ho 25 anni, sono di Livorno. Dopo una Triennale in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, sono stata selezionata per il Master in Human Rights and Conflict Management presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa: una delle cose migliori che siano mai capitate alla mia vita, dal punto di vista umano, educativo e professionale. Nel frattempo, ho lavorato alcuni anni presso ONG locali nella gestione e stesura di progetti, con particolare riferimento alle comunita’ Rom locali.

Mi piace molto l’arte in ogni sua forma (in particolare, i quadri di Modigliani, Waterhouse e Rossetti), i viaggi, lo sport e la danza, il sole e il mare, le culture differenti, le lingue (parlo italiano, inglese, francese e spagnolo; ho studiato le basi del portoghese e del turco, e sto attualmente studiando la lingua Quechua), telefilm e film (Almodovar e Ozpetek su tutti), i mercatini di libri usati (soprattutto se trovo libri di Tabucchi, Pessoa, e anche la Fallaci prima che perdesse il lume della ragione), la cucina etnica (sono vegetariana, adoro la cucina cinese e indiana), la spiritualita’ e la meditazione, la musica, le persone che sorridono e soprattutto, quelle che mi fanno sorridere.

Chiunque parta, torna a casa cambiato. Si sentirà sperduto, forse, all’inizio, ma con il tempo si accorgerà di essersi arricchito

Non ho avuto una vita particolarmente agiata ma ho smosso, come si suol dire, mari e monti, per riuscire a realizzare i miei sogni e soprattutto, realizzarmi professionalmente. Durante il mio master ho avuto l’opportunita’ di entrare in contatto con il Voucher di Mobilita’ Transnazionale, che mi ha permesso di svolgere un’attivita’ altamente formativa. Uno stage di 3 mesi presso lo European Roma Information Office (ERIO) di Brussels (www.erionet.eu). La ONG in questione si occupa principalmente di attivita’ di informazione, advocacy e lobby circa i diritti dei Rom, la minoranza piu’ discriminata nel nostro caro, vecchio continente (e che vede l’Italia tra i paesi capolista di questo triste primato). Io avevo gia’ accumulato alcuni anni di esperienza nel settore, lavorando come Progettista e Tutor per il Centro Mondialita’ Sviluppo Reciproco (CMSR)  di Livorno attraverso il progetto RomAntica Cultura/2 e come curatrice  della sua relativa pubblicazione (per chi fosse interessato, oppure per tutti coloro che non avessero niente da fare, questo e’ il link dove si puo’ scaricare gratuitamente la pubblicazione: 

Tuttavia, l’esperienza a Bruxelles mi ha dato molto. Innanzi tutto, i mesi passati a cercare un tirocinio (e tra l’altro, non pagato) che mi piacesse, mi hanno fatto capire di quante persone valide e qualificate fossero la’ fuori, vista la spietata concorrenza. Dall’altro lato, essere accettata per un’opportunita’ cosi’ interessante mi ha caricata di una forza inaspettata. Bruxelles e’ una citta’ che puo’ offrire molto a chi come me vorrebbe continuare a lavorare nell’ambito delle ONG, istituzioni o think tanks: ogni giorno e’ una scoperta, una conferenza o evento, una conversazione informale o formale con un assessore, ambasciatore, europarlamentare, responsabile di un programma di cui potresti aver letto per caso su un libro dell’Universita’. Trovarmi a rappresentare la mia organizzazione alle riunioni della Social Platform, conoscere chi e’ a capo dell’Unicef, organizzare una conferenza con una donna magnifica, quale e’, Livia Jaroka.

Non voglio dilungarmi troppo, anche perche’ credo che ogni esperienza di formazione e apprendimento, come quelle citate in questo blog, porti con se’ una intrinseca magia. Perche’ come dice la celebre citazione, la vera scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere occhi nuovi. Chiunque parta, torna a casa cambiato. Si sentira’ sperduto, forse, all’inizio, ma con il tempo si accorgera’ di essersi arricchito. Chiunque intraprenda una strada poco battuta, cominci un lavoro nuovo, un’attivita’ nuova, o tenti la fortuna cercando di costruire il proprio sogno, si trovera’ davanti a molti ostacoli, ma si rendera’ conto in seguito che ognuno di questi verra’ ricompensato.

Ho letto poco fa una frase che mi ha lasciata totalmente esterrefatta, riguardante il fatto che non ci fosse crisi in Italia, che basti impegnarsi per fare, cambiare il mondo, cambiare le proprie vite, trovare lavoro. Purtroppo, troppo spesso mi accorgo che non sia così e che per molte, troppe persone, la vita sia una strada sempre in salita. Che la benedetta fine del mese non arriva davvero mai.

Per fortuna, e qui concludo, ci sono progetti come Giovanisì, che permettono a chiunque, indipendentemente dal proprio background, di portarsi avanti, un tassello piu’ in la': di non rimanere statici ma risplendere ogni giorno di una luce differente. Sono progetti come questo che mi hanno permesso sempre di viaggiare e migliorarmi, attraverso corsi di formazione, grundtvig, scambi europei, SVE, voucher di mobilita’, voucher post laurea, borse di studio. Dobbiamo assolutamente diffondere queste informazioni, affinche’ il piu’ ampio numero di persone, e soprattutto coloro che ne hanno davvero bisogno, possa usufruire di un supporto concreto alla realizzazione dei propri sogni.

 

 

Scopri le opportunità di Giovanisì per Studio e formazione