Dai banchi di scuola alla scrivania d'ufficio...

Scritto e pubblicato da Sara
Sara - Studio e Formazione

Quella sera di febbraio eravamo tutti a tavola aspettando che mio padre tornasse dal lavoro, al telefono mi aveva parlato di un’interessante opportunitá formativa adatta a me, ma non si era dilungato in ulteriori spiegazioni. Frequentavo il secondo anno di universitá ma in tutto il corso della mia vita mi ero sempre concentrata su molti e diversi obiettivi: affiancavo allo studio lavoretti occasionali di ogni genere, sebbene non avessi difficoltá economiche, solo per impiegare il mio tempo libero e per vedermi affermata in ambiti diversi da quello scolastico.  All’arrivo di mio padre capii che quella che aveva in mente lui era un’opportunitá da non lasciarsi scappare: la provincia di Livorno, in collaborazione con Confindustria Toscana, finanziava un corso incentrato sull’ambito nautico della durata di 800 ore, 160 delle quali erano dedicate ad uno stage formativo. “Finalmente avró la possibilitá di conoscere il VERO mondo del lavoro; conoscere realtá aziendali congrue al mio percorso di studi”, pensai.

800 ore erano veramente tantissime, sarebbe stato molto difficile conciliare quell’impegno con le lezioni universitarie e con gli esami, tuttavia non mi scoraggiai e compilai il format necessario alla presentazione della domanda di partecipazione al corso.

Dopo un test di selezione, risultai idonea….il corso inizió.

In media erano quattro ore giornaliere dedicate a diverse materie: economia, informatica, inglese, termodinamica, diritto, nozioni sulla nautica ecc..

Ero sempre piú entusiasta, stavo vivendo quell’esperienza come un qualcosa di complementare ed applicativo rispetto agli studi conseguiti all’universitá!! In estate mi comunicarono la meta del mio stage: avrei passato due mesi condividendo la realtá lavorativa di un’azienda appaltata da Benetti per la costruzione di corrimani, bitte, passacavi, complementi di arredo interni in acciaio inox. Nonostante il caldo, la grande voglia di passare intere giornate al mare e l’incombere degli esami non migliorassero la situazione, ero felice di seguire tutto l’iter di realizzazione dei prodotti, dalla realizzazioni dei disegni alla consegna del prodotto finito. Ebbi la fortuna di conoscere persone fantastiche che mi consideravano parte attiva del gruppo.

Fu cosí che quelle famose 800 ore passarono in un baleno.

La sorpresa piú grande, peró, arrivó alla fine: un contratto di lavoro a tempo indeterminato come responsabile ufficio acquisti da parte dell’ azienda che mi aveva ospitata per lo stage.

Cosa potevo chiedere di piú??

Un’esperienza assolutamente unica: formativa sia dal punto di vista personale che professionale!!

Consiglio a chiunque di usufruire di opportunitá simili, ne vale davvero la pena!!!