Rosa e Diletta / #tirocini

Un'esperienza per due

Storia di Rosa e Diletta
Rosa e Diletta - Tirocini

Intervista di Simona Bellocci di intoscana.it, a Diletta Gnasso e Rosa Colantuono, beneficiarie di un tirocinio non curriculare intervenute alla tappa di Livorno di “Giovanisì in tour: il progetto raccontato dai giovani toscani”.

Diletta e Rosa hanno svolto il tirocinio al centro di ascolto della Caritas di Livorno, e al termine sono state assunte.

Diletta, tu sei un’assistente sociale laureata nel 2012. Nel 2016 cominci il tirocinio grazie a Giovanisì. L’esperienza si conclude con un’offerta di lavoro. Ci racconti come sei venuta in contatto con questa opportunità e cosa ha rappresentato per te il tirocinio?

Sono venuta a conoscenza del bando per i tirocini non curriculari tramite il sito di Giovanisì. Ho fatto un primo colloquio conoscitivo alla Caritas con la nostra presidente e con i colleghi che lavorano lì e poi sono stata selezionata insieme a Rosa. Cercavano infatti due tirocinanti come operatrici del Centro ascolto. Ero entusiasta, perché dopo 4 anni dalla laurea ero riuscita a trovare un tirocinio in linea con il mio settore di studi.

Dopo un anno, al termine del tirocinio, ci è stato fatto il contratto. Eravamo felicissime

Il tirocinio è durato un anno. E’ stato faticoso, ma è stata una fatica bella. Io e Rosa abbiamo vissuto questa esperienza insieme fin dall’inizio. Ci siamo impegnate tantissimo, perché desideravamo rimanere lì. All’inizio siamo state impiegate nei diversi servizi della Caritas, per conoscere la struttura e l’importanza del ruolo dei volontari, e poi ci siamo stabilizzate all’interno del nostro settore, il Centro ascolto. Dopo un anno, al termine del tirocinio, ci è stato fatto il contratto. Eravamo felicissime. Sì, ci speri, ma poi quando te lo senti dire è un’altra cosa. E poi, avevano preso entrambe, e noi ci eravamo trovate benissimo insieme fin dall’inizio! Ora siamo al centro ascolto con un contratto a tempo determinato, e siamo cresciute, personalmente e professionalmente.

Rosa, tu sei laureata in Sociologia dal 2015. Diletta ci ha raccontato come è stato il vostro percorso. Come esperienza, cosa ti ha lasciato? Ti aspettavi che questa opportunità che ti ha dato Giovanisì si sarebbe poi tramutata in un rapporto di lavoro?

Con Diletta abbiamo vissuto questa esperienza insieme fin dall’inizio. Tra l’altro ci eravamo conosciute all’università facendo alcuni esami in comune, quindi è stato bello ritrovarsi a fare il tirocinio. L’esperienza del tirocinio è stata unica. Ci si ritrova a vivere proprio da vicino quali sono le problematiche della nostra città. Noi operatori del Centro di ascolto siamo in prima linea su questi aspetti. Grazie a Giovanisì questa esperienza ci ha fornito una crescita non solo professionale – che è quello che ci si può aspettare da un tirocinio – ma soprattutto a livello personale.

Un’opportunità che consiglieresti?

Al 100%. Per me ha significato la possibilità di crescere e di sperare nel futuro.

 


Scopri le opportunità di Giovanisì per Tirocini

Scrivi una risposta