Meridiey / #giovanisi+

Nuove esperienze per nuovi legami

Storia scritta da Meridiey
Meridiey - Giovanisi+

Sono Meridiey Leite de Melo, nata a Jacutinga/MG – Brasile.
Il mio bisnonno nacque a Castiglione di Garfagnana in Toscana. Per questo a casa, fin dall’infanzia, la mia nonna ci raccontava dell’Italia e della Toscana. Ma il mio interesse per l’Italia è cresciuto dopo essere diventata membro dell’ Associazione Lucchesi Toscani nel Mondo di Jacutinga – Rafel José Cavaroli.
Lì ho fatto un corso di lingua e cultura italiana e ho cominciato a partecipare a tutti i loro eventi e il mio interesse per la vostra cultura è cresciuto sempre di più. Nel 2010 sono stata fortunata e ho partecipato a due progetti in Italia: a gennaio alla borsa di studio dell’Università per Stranieri di Siena (è stato il mio primo viaggio internazionale) e a settembre al Progetto Orizzonti Circolari, dove ho avuto l’opportunità di ritornare veramente alle mie radici, cioè nel Comune dove il mio bisnonno è nato.
Non so descrivere in parole l’emozione di toccare con mano tutto ciò che avevo sentito raccontare dalla nonna e dalla mamma.

Nel 2015 sono stata coordinatrice brasiliana nel Progetto “Score! Support to Capacities for Tourism of Retourning Emigrants” nella prima fase in Italia e nella seconda in Brasile, a Jacutinga. Ora sono vice presidente della Associazione Lucchesi Toscani nel Mondo di Jacutinga e posso dire che tutti i progetti ai quali ho partecipato mi hanno lasciato bellissimi ricordi… ma il Mario Olla è stato molto diverso da tutto quello che avevo già vissuto.

l’emozione di toccare con mano tutto ciò che avevo sentito raccontare

Vivere in un altro Paese, lontana della famiglia, convivendo con ragazzi di culture diverse e vedere come questi ragazzi sono diventati a poco a poco la mia famiglia. Abbiamo fatto tanti viaggi insieme, tanti giri a Firenze scoprendo ogni parte, mangiando un gelato o una pizza e qualche volta ci siamo anche persi.
Ci siamo divertiti moltissimo. In alcuni momenti familiari difficili sono stata consolata e ho ricevuto affetto. Sono la famiglia che la borsa Mario Olla mi ha regalato, per questo gli voglio molto bene, saranno nel mio cuore e sempre faranno parte della mia storia.
Sulla mia esperienza di lavoro in Italia posso dire che ho fatto il tirocinio presso all’ Associazione Sportiva ASSI Giglio Rosso.
Nelle prime settimane ho conosciuto la loro attività di gestione, ho visto gli sport che offrono, i progetti che sono in corso e gli eventi annuali. Ho imparato come funziona la prenotazione dei vari servizi e ho potuto avere contatti con i soci e clienti dell’Associazione.

Ho fatto l’ assistente dell’atletica con bambini dai 4 ai 12 anni e questa è stata una nuova esperienza che mi è piaciuta tantissimo. Ho partecipato ad un evento in Palazzo Vecchio, la Premiazione del Trofeo ASSI Cr Banca Firenze.
Ho fatto parte dello Staff alla Parrochiadi Sognando Olympia 2017.
I miei colleghi mi hanno insegnato tantissimo del lavoro e della cultura italiana.
Per finire, volevo ringraziare la Regione Toscana per offrire questa bellissima opportunità ai giovani discendenti toscani. Ringrazio il Cedit per avermi fatto sentire a casa e Daniela Artini per l’accoglienza e l’attenzione che ci ha dato e, infine, ringrazio i cari amici della borsa.
Grazie mille per avermi fatto vivere una delle più belle esperienze della mia vita.

Fonte: toscaninelmondo.org

La Regione Toscana, nell’ambito di Giovanisì, promuove le borse di formazione professionale Mario Olla, rivolte a giovani di origine toscana residenti all’estero, a cui è offerta l’opportunità di svolgere un periodo di stage formativo presso aziende toscane.

L’iniziativa si inserisce in Giovanisì+, area del progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani dedicata a temi come partecipazione, cultura, legalità, sociale e sport.

Scopri le opportunità di Giovanisì+

Scrivi una risposta