Marco / #tirocini

Una grande famiglia

Scritto da Marco
Marco - Tirocini

Per sei mesi, dal 9 Novembre 2015 al 13 Maggio 2016, ho svolto presso la società ENEL GREEN POWER uno stage formativo, che avrebbe potuto darmi la possibilità di ottenere un contratto lavorativo vero e proprio con l’azienda. Dopo avere superato tre colloqui di selezione sono finalmente riuscito a fare il mio primo passo verso il mondo del lavoro, con orgoglio e voglia di mettermi in gioco.

Essendo la mia prima esperienza lavorativa, all’inizio avevo molta paura: nuove attività, nuovi coinquilini, lontano dalla mia città e dai miei cari. Avevo paura di commettere degli errori e di non essere all’altezza dei compiti che mi venivano assegnati, ma dopo pochi giorni ho capito che ENEL GREEN POWER è stata ed è una grande famiglia, dove nessuno viene lasciato indietro.

Il primo giorno io e gli altri stagisti siamo stati accompagnati dalla responsabile delle Risorse Umane nei nostri futuri alloggi e ci ha comunicato tutte le informazioni necessarie per rendere il nostro “atterraggio” a Larderello il migliore possibile. Ci ha informato degli orari di lavoro, di quelli della mensa e, infine, il reparto in cui ciascuno di noi avrebbe lavorato; per qualunque problema avremmo potuto contattarla e così è stato. Non siamo stati mai lasciati a noi stessi.

Ho costruito un solido rapporto di amicizia e di aiuto reciproco

Il reparto in cui ho lavorato è chiamato Geotermal and Costruction (GCA), dove ho trovato un ambiente di lavoro più unico che raro. Questo reparto svolge numerosi compiti: i più importanti riguardano la gestione degli ordini dei materiali e il coordinamento delle procedure per la costruzione effettiva dei progetti ingegneristici qui pervenuti. Avendo studiato geologia, mi sono trovato catapultato in problematiche per la cui risoluzione non avevo le necessarie competenze. Ma il mio capo, Andrea, e i miei nuovi colleghi di reparto sono stati fin da subito disponibili a spiegarmi con calma e competenza il lavoro che doveva essere realizzato e quale potesse essere il mio contributo al riguardo; così facendo, sono riuscito a colmare le mie lacune, in modo da poter contribuire al bene dell’Azienda.

In sei mesi ho imparato tante nozioni nuove e stimolanti. Ho imparato a prendere confidenza con le problematiche di natura ingegneristica e soprattutto ho avuto modo di consolidare le mie conoscenze geologiche apprese durante gli anni di studio e di conoscerne gli aspetti pratici, cosa estremamente preziosa, visto che al giorno d’oggi nelle nostre Università il fattore applicativo delle nozioni teoriche viene poco sviluppato.

Con i colleghi di lavoro ho costruito un solido rapporto di amicizia e di aiuto reciproco, che si è mantenuto nel tempo. In caso di problemi personali sono sempre stato ascoltato e tutti si sono mossi per venirmi incontro; inoltre, sono sempre stati rispettati gli orari di lavoro e non mi sono mai sentito “abbandonato” nelle mansioni affidatemi.

Durante lo stage ho avuto modo di constatare la presenza di una criticità piuttosto importante, che secondo me deve essere risolta, e cioè l’accesso da parte dello stagista ai mezzi informatici dell’azienda. Purtroppo non è stato possibile farsi assegnare un PC, neppure per uso temporaneo, creando non pochi problemi, dato che senza computer non si potevano utilizzare i software specifici del GCA e neanche scambiare e-mail con terzi. A nulla sono servite le sollecitazioni da parte del mio capo reparto e neppure l’utilizzo di un pc personale, dato che senza la possibilità di installarci gli specifici software si poteva comunque fare ben poco. Questo inconveniente ha reso notevolmente minore il contributo che avrei potuto dare ai colleghi e al reparto GCA. Ne deriva che, se ci fosse un modo per permettere anche ad uno stagista di poter utilizzare i mezzi informatici dell’azienda, questo potrebbe comunque essere di aiuto, anche nel caso in cui le problematiche da affrontare fossero diverse da ciò che ha studiato.

Al di là di questo inconveniente, che spero si possa risolvere a beneficio delle prossime esperienze di stage, non ho riscontrato ulteriori criticità e l’esperienza all’ENEL mi è servita per acquisire maggiore sicurezza nelle mie capacità, avere una prima esperienza del mondo del lavoro e, ultimo ma non ultimo, avere costruito nuove relazioni e nuovi amici.

Scopri le opportunità di Giovanisì per Tirocini

Scrivi una risposta