Giorgio / #giovanisi+

Un buon modo per cominciare

Storia scritta da Giorgio
Giorgio - Giovanisi+

Storia tratta da ‘Orizzonti. Giovanisì racconta i NEET toscani’, pubblicazione a cura dello staff di Giovanisì.

Non è mai stato facile, per me. Vengo da una famiglia molto povera. Sono riuscito a fatica ad arrivare alla licenza media, e poi l’unica cosa che mi è riuscita è di offrire le mie braccia per lavorare la terra.

Nel mio paese, Cerbaia, mi conoscono tutti, ma pochi davvero. Non è facile neanche per loro. Fin che andavo a scuola, sentivo un po’ di aiuto intorno a me, ma ora, a vent’anni, è tutto più complicato. La campagna, quella sì, mi aiuta: perché con le olivi e le viti ci so fare, perché le mie braccia sanno farsi adatte a ogni mansione.

Ma non ho un mestiere stabile, solo ore qua e là, a cottimo. Prospettive? Quando per la prima volta ho parlato con il tutor del progetto “Adesso tu”, a questa domanda ho risposto mostrandogli le mie mani. Quello che ho è quello che so fare.

Mi piace star lì,
mi sento utile

Però era gentile, si interessava a me, e allora ho continuato. Perché no? Mi sono detto.
Gli ho fatto capire che mi piacerebbe imparare meglio con la terra, che il mio sogno sarebbe poter guidare un trattore. Ci pensate che bellezza io, là sopra, sui campi?

Con il tutor abbiamo cercato qualche corso adatto a me. Ma al momento in ambito agricolo, non ce n’erano. Allora mi ha convinto a fare una domanda per il servizio civile: è un buon modo per cominciare, mi ha detto.

Mi sono stupito io per primo quando ho scoperto di aver vinto il bando per il servizio civile presso la cooperativa il Pozzo di Don Santoro.

Così ora lavoro presso la comunità delle Piagge. Mi piace star lì, mi sento utile, guadagno pure qualche euro. E mi sento finalmente di far parte di qualcosa, come se là finalmente la mia vita isolata si fosse messa messa in movimento, con qualcuno disposto ad accompagnarla.
Non so quali sbocchi ci saranno dopo questo periodo. Ma è un inizio. Un buon inizio.

Giorgio è uno dei giovani neet coinvolti dalla Cooperativa sociale COOP 21 in ‘Adesso tu’, tra i progetti vincitori del Bando sperimentale rivolto ai NEET e finanziato dalla Regione Toscana nell’ambito del progetto Giovanisì.

Il bando sui neet si colloca all’interno di Giovanisì+, area del progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani dedicata a temi come partecipazione, cultura, legalità, sociale e sport.

Scopri le opportunità di Giovanisì per Giovanisì+

Scrivi una risposta