Alessio / #fareimpresa

Nuove idee per nuove occasioni

Alessio - Fare impresa

Intervista di Davide De Crescenzo, Direttore di intoscana.it, a Alessio Vannuzzi, beneficiario di un bando del fare impresa, intervenuto alla tappa di Siena di “Giovanisì in tour, il progetto raccontato dai giovani toscani”

Alessio Vannuzzi, ingegnere elettronico laureato a Firenze, ha beneficiato del voucher start up house e, insieme ad altri colleghi, ha creato una start up che si occupa di innovation technology e domotics. Alessio, raccontaci come sei entrato in contatto con Giovanisì e qual è la tua attività.

Nel 2015 abbiamo aperto una start up che si chiama ITEDO, grazie al bando ‘Start up House’ conosciuto in seguito ad un concorso per start up innovative e attraverso Terre di Siena Lab – una struttura che, tra le altre cose, supporta le giovani imprese. Il bando permetteva alle start up innovative di incubarsi all’interno di strutture che i Comuni mettono a disposizione di nuove imprese.
L’essere incubati è stato un vantaggio, ci ha messo in contatto con altre realtà . In particolare noi siamo a Colle Val D’Elsa all’interno del C.R.E.A, Centro Ricerca Energia e Ambiente. Per poter avviare un’impresa è importante avere fin dall’inizio un proprio spazio.
Il bando ci ha dato più tranquillità, perché si è trattato di un contributo importante, che a livello economico ci ha permesso di non avere spese per l’affitto della struttura per un anno e mezzo. In un periodo del genere non è poco… si va a letto un po’ più sereni.

Non state soltanto ad aspettare; Giovanisì, ‘Start up House’ sono delle opportunità; se avete un’idea, provateci!

La società sta andando abbastanza bene, ci occupiamo di innovazione tecnologica e di domotica. L’esperienza è stata più che positiva; sotto questo punto di vista ben vengano le iniziative della Regione, spero che continuino anche nel futuro.

Un punto di forza della vostra attività?

La nostra è una struttura un po’ strana, perché siamo una società che è formata da persone con competenze molto diverse. Io sono un ingegnere, ma ci sono anche un architetto, un geometra, un giovane neolaureato di 24 anni e una persona di 60 anni.
La nostra società nasce dall’esperienza di ognuno di noi, in particolare nell’ambito della domotica, un settore poco conosciuto, sia a livello impiantistico sia nella progettazione d’impresa. Il nostro scopo è quindi il trasferimento tecnologico alle imprese. Abbiamo realizzato diversi progetti in provincia di Siena e non solo, a supporto di imprese che fino al giorno prima non avevano mai fatto impianti domotici e non avevano mai applicato la tecnologia agli edifici. Abbiamo insegnato loro un “mestiere”, perché abbiamo trasferito la nostra esperienza e ora possono andare avanti anche da soli.
In più siamo stati stati nell’ottobre scorso a ‘Maker Faire’ a Roma, che è la fiera dedicata ai makers, i creatori digitali, una delle fiere più importanti in Europa. Con noi c’erano dei ragazzi, alcuni laureati e alcuni non laureati, che hanno potuto sfruttare il nostro contenitore per essere presenti alla ‘Maker Faire’ e presentare le idee che hanno sviluppato insieme a noi. Da una parte abbiamo messo a disposizione la nostra esperienza imprenditoriale e dall’altra abbiamo “sfruttato” le loro idee giovani.
Uno dei nostri obiettivi, infatti, è anche quello di essere un riferimento per i giovani che hanno delle idee e non sanno come approcciarsi al mondo dell’imprenditoria. Tant’è che presso la struttura di Colle Val D’Elsa abbiamo un piccolo fab lab incentrato sul mondo della domotica. Un vero e proprio laboratorio dove è possibile proporre delle idee e magari svilupparle insieme a noi.

Un consiglio che daresti ai ragazzi sulla base della tua esperienza.

Se lo chiedete a me, io vi dico di essere un po’ pazzi, sul serio.
Sono anche un docente e mi occupo di formazione con ragazzi molto giovani. Purtroppo ho visto che spesso i ragazzi aspettano che accada qualcosa; forse invece sarebbe il caso che faceste accadere qualcosa!

Non state soltanto ad aspettare; Giovanisì, ‘Start up House’ sono delle opportunità; se avete un’idea, provateci!

Un’altra cosa che consiglio è di non ragionare singolarmente: mettetevi insieme, fate qualcosa che unisca più menti, più idee, più capacità, perché da soli si va poco lontano; insieme forse si va un po’ più lontano…

 

Scopri le opportunità di Giovanisì per Fare impresa

Scrivi una risposta