Cos’è Accenti

“Solo puntando sui giovani la Regione e il Paese possono tornare a correre”. Con queste parole il Presidente Enrico Rossi il 15 giugno 2011 lancia la prima azione di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani. Due anni dopo nasce il percorso di storytelling Accènti, con l’obiettivo di comunicare, attraverso le testimonianze dirette dei beneficiari, le opportunità promosse da Giovanisì.

Accènti: una parola che chiama e richiede attenzione, che richiama al movimento delle scelte. Raccontare le scelte, e le storie che le sviluppano, attraverso un osservatorio istituzionale, che poi contribuisce, a sua volta, a metterle in circolo. Il percorso di storytelling nasce perché niente vada perso, perché tutte le risorse che la Regione Toscana, attraverso il progetto Giovanisì, ha messo in campo, ritornino indietro, sotto forma di esperienza, vissuta e raccontata dal giovane, e perciò condivisa.

Per aiutare l’Istituzione a percepire meglio la profondità delle cose che avvengono nella vita di ogni singolo giovane. E per aiutare il giovane, perché possa sentirsi parte di una Regione, e soprattutto di una Comunità.

Da questo ragionamento ha trovato vita Accènti, un percorso di storytelling in continuo movimento, che dal 2013 comunica le storie dei beneficiari di Giovanisì attraverso varie forme: un blog, un libro, dei video e degli eventi.