Servizio Civile regionale, i giovani che partecipano ai progetti di Confcooperative Toscana si raccontano

cover

Un momento per incontrarsi, per confrontare le esperienze in corso e per acquisire quelle conoscenze utili per il proseguimento dei progetti: a Firenze il 25 maggio 2018 si è tenuta la formazione generale dei giovani che stanno svolgendo il Servizio civile regionale, all’interno dei percorsi di Confcooperative Toscana.

I giovani che hanno partecipato all’incontro provengono da tutta la Toscana. Stanno svolgendo la loro esperienza di cittadinanza attiva, all’interno dei progetti ‘Domani con voi’, ‘Il Papageno’, ‘Cooperazione e segreteria’.

Per alcuni, il servizio civile è già iniziato da qualche mese, e quindi il momento della formazione è anche un’occasione per raccontare come sta andando.Confcoop  2

Serena è impegnata nel progetto ‘Cooperazione e segreteria’, insieme ad altri 9 giovani toscani (il progetto ha sedi a Firenze, Lucca, Grosseto, Arezzo, Siena, Pisa, Pistoia). Il suo ruolo è di supporto, per le attività dello sportello PARI (pari opportunità e conciliazione vita lavoro), e per le attività informative e di organizzazione di incontri ed eventi con le aziende e le realtà del territorio.

“Sono al terzo anno di università – dice Serena – e sono  bloccata su alcuni esami importanti. Dopo un po’ che si studia non si vede la fine… Per me il servizio civile è l’opportunità di fare qualcos’altro mentre sto studiando. Qualcosa di costruttivo. E’ un’esperienza che ha il suo valore, e che spero valga poi nel mondo del lavoro”.

S34594930_1563290473797228_5488211396690706432_oi occupano invece di organizzare e partecipare alle attività educative, laboratoriali, ludico-ricreative dei nidi e scuole per l’infanzia i 5 giovani che hanno deciso di iscriversi al progetto ‘Domani con voi’, nei territori di Empoli, Montelupo e Sesto Fiorentino.
Tra di loro, Lorenzo, che svolge il servizio civile al Centro giovani Avane: “Da tempo volevo fare un’esperienza di volontariato e di servizio sociale. Seguo le attività di doposcuola e affianco tre gruppi, divisi per fasce di età, dai bambini delle elementari,  fino ai preadolescenti e  ai ragazzi più grandi. Facciamo attività diverse, dal semplice gioco al giardinaggio. Quando ho visto il bando al centro giovani ho subito deciso di partecipare,  perché sto studiando scienze dell’educazione e della formazione e questa esperienza è in linea con con il mio percorso di studi”.

Anche per Saranya, il servizio civile è coerente con il percorso di studi. “Sono impegnata in una materna, con bambini dai 3 ai 5 anni, e affianco le maestre nelle loro attività. A novembre mi laureo in Scienze dell’Educazione sociale.  Era tanto che volevo fare un percorso come quello che sto svolgendo col progetto ‘Papageno’ –  5 giovani che stanno svolgendo il servizio a Empoli, Santa Croce sull’Arno, Pisa, Carmignano e Lari – Ho sempre lavorato nei nidi, ma volevo vedere se l’esperienza nella materna era diversa e se mi poteva piacere. Chissà se ce la faccio, mi dicevo all’inizio. Invece mi sono trovata benissimo, lo rifarei subito. E’ un’esperienza che consiglio e mi dà tanto ogni giorno. Imparo dalle piccole cose, anche dovermi rapportare coni i genitori mi insegna tanto”confcoop 3

I bandi di Servizio Civile regionale sono approvati periodicamente dalla Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, e finanziati con il POR FSE 2014/2020.

I giovani impegnati nei progetti di Confcooperative Toscana sono solo alcuni degli oltre 12000 giovani che dal 2011 hanno partecipato al Servizio civile regionale.

Scopri le opportunità di Giovanisì per Servizio Civile