Storie di tirocinio, dall’artigianato tradizionale ad digital marketing

Sono le storie dei tirocini di Erika, Federico, Valentina e Veronica, quelle raccontate da ‘Toscana in onda’ – speciale dell’Agenzia della Giunta Regionale Toscana Notizie.
Esperienze in settori molto diversi fra loro, dall’artigianato al digital marketing, che hanno in comune un percorso di crescita con lo sguardo rivolto a sviluppi professionali.

C’è chi, come Erika (leggi la sua storia sul blog di Accènti), ha iniziato il tirocinio subito dopo la laurea: 6 mesi, al termine dei quali è stata assunta: “mi occupo di quello che ho studiato, faccio marketing per un’azienda IT. Il tirocinio è un’esperienza che forma, che come primo approccio al mondo lavorativo è fondamentale, sia per l’azienda che per il tirocinante, che ha modo di rendersi conto se la strada che sta prendendo è quella giusta”.  A confermarlo, anche Leonardo Paolino, il presidente di Extra, l’azienda che ha assunto Erika: “il tirocinio ci permette di fare entrare delle persone qualificate e di portarle all’interno della nostra cultura aziendale”.

Valentina (leggi la sua storia sul blog di Accènti), invece, ha scelto di specializzarsi nel settore farmaceutico. A distanza di un anno dalla conclusione del tirocinio non curriculare, l’azienda che l’aveva ospitata l’ha richiamata e, poche settimane dopo,  le ha offerto un contratto a tempo indeterminato.

Ad attivare percorsi di tirocinio, non sono solo grandi aziende. Federico, giovane con disabilità (art. 1 legge 68/99), ha svolto un tirocinio non curriculare all’interno di un’associazione. L’esperienza è durata un anno, successivamente prorogato, e si è conclusa con l’assunzione a tempo indeterminato. “Ho fatto il primo anno di tirocinio, ne è susseguito un secondo, entrambi andati ottimamente, dopodiché c’è stata l’assunzione part time, poi diventata full time”. L’artigianato tradizionale è invece il settore in cui ha deciso di specializzarsi Veronica, che ha così coronato il suo sogno di sempre, quello di diventare sarta. Il tirocinio “è stato molto utile – racconta – e mi ha permesso di conoscere tante cose del nuovo artigiano, ovvero i social e l’essere presente sulle nuove piattaforme”.

Scopri altre storie sui Tirocini